Gli equilibristi della povertà alle prese con gli sfratti

Una parete della camera da letto è verde. “L’abbiamo schiarita ma resta brutta”, scherza Giacomo Brocchetti, cuoco romano di quarant’anni. Nell’ingresso sono poggiate alcune scatole di cartone. Brocchetti e la compagna, Lea Lutzer, si stanno preparando per andarsene via di casa. “Il 20 gennaio 2020 ho lasciato il lavoro in un ristorante al Colosseo e... Continue Reading →

Le reti solidali riempiono il vuoto lasciato dallo stato in Italia

A Bologna, dove vive dal 2004, Nina Zagareanu ha lavorato come badante fino a quando il corpo ha retto. Cinque ernie al disco l’hanno costretta a smettere e ora aspetta di essere operata, ma l’intervento è stato rimandato a causa del covid-19. Insieme alla salute, anche la sua condizione economica è peggiorata: “Mi serviva una... Continue Reading →

Si muore in strada ma la crisi ha lasciato 4000 case vacanze vuote all’Esquilino

Sono undici i senza tetto morti in strada a Roma negli ultimi tre mesi. L’ultimo dei quali ieri alla Magliana. Sotto i portici del cuore dell’Esquilino è aumentato con la crisi innescata dal Covid il numero dei senza casa che vi trovano rifugio. Il paradosso è che proprio nel quartiere alle spalle della Stazione Termini con il turismo fermo ci sono almeno 4000 case vuote. FanPage, 26 gennaio 2021

Oltre il turismo. Esiste un turismo sostenibile?

Eris Edizioni, collana BookBlock, ottobre 2020 Nel corso dell’ultimo decennio numerose città e paesaggi naturali, in ogni angolo del pianeta, hanno vissuto profonde trasformazioni legate al turismo. Inquinamento e consumo di suolo con opere inutili e infrastrutture per turisti, espulsione di abitanti non abbienti e di attività commerciali storiche, spopolamento e desertificazione dei centri storici.... Continue Reading →

Da zona industriale a quartiere vivace, Ostiense cambia pelle. Ma la rinascita non è per tutti

Tra nuove case di lusso, murales ecosostenibili e locali alla moda, il quartiere romano secondo alcuni sarebbe rinato. Ma i progetti pubblici per il quartiere sono bloccati. Il bando Reinventing Cities cerca privati per rigenerare una delle aree ex-industriali in attesa di bonifica, dove da anni i cittadini attendono un parco pubblico. L’unico esperimento di rigenerazione sociale finora riuscito è l’occupazione abitativa di Porto Fluviale, che ha festeggiato 17 anni di vita. DinamoPress, 9 giugno 2020

Blog at WordPress.com.

Up ↑